martedì 6 maggio 2008

Scie chimiche

Sono appassionato del cielo da quando avevo 7 anni (il che purtroppo significa ben 42 anni fa), e il mio primo telescopio l'ho costruito a 12 anni, con le lenti fornitemi dal padre, ottico, di un compagno di classe. E con quello mi divertivo ad inseguire gli aerei. Da allora so che, quando fa freddo e c'è un po' di umidità nell'aria, gli aerei rilasciano scie bianche, talvolta corte e di breve durata, ma abbastanza spesso persistenti per ore. Naturalmente le rare scie di 40 anni fa sopra Pordenone sono diventate, con l'aumento del traffico aereo, ben più numerose.
Da qualche anno però queste scie hanno attirato l'attenzione di persone ed associazioni che le ritengono prodotte deliberatamente, con aerosol di sostanze chimiche. Le prove?
  • Una scia di condensazione si forma solo in condizioni molto particolari (altitudine maggiore di 8000 metri, temperatura minore di -40, umidità di almeno il 70%), e comunque non dura più di qualche minuto.
  • Le scie appaiono solo in alcuni giorni e non in altri
  • Una scia di condensazione non può assumere forme "strane", essere intermittente
  • Gli aerei che le "spruzzano" sono bianche, senza contrassegni particolari
  • Il tempo non è più quello di una volta
Orpo (si passa al dialetto quando si è preoccupati), allora mi avvelenan fin da piccolo. Sono andato subito a controllare se le "prove" siano sensate, e ho subito scoperto che le contrail, le scie di condensazione, sono un fenomeno ben noto fin dagli anni '20. Studiatissimo, e piuttosto frequente, al punto che c'è chi se ne preoccupa perché hanno un impatto piccolo, ma non trascurabile sull'effetto serra. I numeri indicati dai sostenitori delle chemtrail non hanno semplicemente senso, le contrail persistenti si formano in un intervallo molto più ampio di condizioni, quelle non persistenti poi sono la regola più che l'eccezione.
Tutte le presunte "anomalie" delle contrail hanno spiegazioni semplici in termini di venti di quota, turbolenze, ecc. Gli aerei visti da sotto sono praticamente tutti bianchi senza contrassegni. E il tempo non è più quello di una volta (probabilmente poi non lo è mai stato) ma per altri motivi.
A rassicurarmi, se avessi avuto ancora dubbi, un po' di amici meteorologi. Esistono migliaia di articoli scientifici sulle contrail, sono studiatissime, e finora NESSUNO dei moltissimi studiosi che le guardano con occhio più professionale del mio ci ha visto anomalie, fenomeni inspiegabili in termini di banale condensazione del vapor acqueo emesso dai motori.

E allora queste prove? Nessuna misura diretta della quota degli aerei "a 1500 metri" (basterebbe una triangolazione seria), nessuna analisi chimica delle scie in loco (un volo su un aereo da turismo, che attraversi la scia dopo una mezzoretta, costa circa 100 euro), nessuna foto in cui si veda un aereo che "scia" sotto l'aereo da turismo appena citato. Solo infinite foto di scie di condensazione, e accuse di essere dei venduti a chiunque (NASA inclusa) sostenga che le contrail si comportano proprio così. Insomma, quelle scie sono "chimiche" solo perché non si potrebbero formare, nessuno ha mai visto davvero i prodotti chimici ipotizzati se non con analisi al suolo che non dimostrano nulla (al piu' un po' di inquinamento generico), e chi sostiene che invece si possono formare (meteorologi, fisici dell'atmosfera) è un venduto agli avvelenatori.

Ma analizzando in dettaglio le argomentazioni dei chemtrail-isti, si trovano perle da scompisciarsi dalle risate. Se non fosse che una ricerca su Google riporta 300.000 siti in Italia che parlano di questa colossale bufala come fosse una cosa seria, e ci siano state interrogazioni parlamentari e persino un documento della CE a riguardo.
  • Per verificare l'altezza di un aereo, uno di loro ha utilizzato un puntatore laser. Siccome il laser ha una portata di 3500 metri, se riusciva ad illuminare l'aereo significava che questo era a quella quota, e non agli 8000 metri richiesti. Mi immagino la sua idea di laser, con il raggio che termina bruscamente a 3500 metri stile le spade di Star Wars. Inutile aggiungere che non c'è nessuna misura, da nessuna parte, delle quote dichiarate degli aerei.
  • Il CNR è complice del progetto. In questo progetto, infatti, si studiano gli effetti degli aerosol sul clima. Nessuno si è sognato di andare a vedere cosa significhi la frase, gli aerosol in questione sono tutte le polveri, i fumi, anche le particelle di sale prodotte dalle onde marine, che come quantità superano alla grande qualsiasi cosa possa essere spruzzata da un aereo. Sospetto che gli aerei non vengano considerati neanche di striscio nella ricerca.
  • Le scie servirebbero a decimare la popolazione mondiale, ormai insostenibile. A parte il fatto che si tratta di una morte lenta, visto che sono decenni che queste scie solcano i cieli, si tratta sicuramente di un complotto segretissimo, visto che decine di migliaia di meteorologi sono stati comperati e messi a tacere. Per non parlare dei piloti delle migliaia di aerei coinvolti, di tutto il personale a terra, ecc. Tutta gente che non si preoccupa di essere una potenziale vittima di questi micidiali veleni.
  • Non si tratta solo di veleni o di virus, ma anche di nanomacchine: robot autoreplicanti invisibili ad occhio nudo che si infiltrano sotto la pelle provocando malattie nei malcapitati, che possono addirittura "trasformare, a poco a poco, le persone in esseri cibernetici". Meglio dei Borg di Star Trek.
  • Nel complotto c'è di mezzo una stazione di ricerca in Alaska, HAARP. Che sarebbe capace di bucare la ionosfera, alterare il clima, produrre esplosioni elettromagnetiche in ogni parte del globo, addirittura provocare terremoti. E' il mio campo, con due conti sul retro di una busta ho verificato che HAARP non è fisicamente in grado di fare questo. L'energia emessa da HAARP, che illumina solo una piccolissima porzione di ionosfera, è insignificante se confrontata con quella che il Sole vi deposita. E' persino al di sotto dei limiti protezionistici italiani per le esposizioni di onde radio alla popolazione (da 3V/m, a 100 km, a meno di 1V/m, a 350 km).
  • Ma la cosa più divertente è la loro arma segreta, una serie di tubi metallici riempiti di plastica che, grazie all'energia orgonica può disperdere le scie (mi chiedo che fine facciano i pericolosissimi veleni, i virus, le nanomacchine spruzzate dagli aerei). Ne voglio uno anch'io, chissà che non disperda anche i fastidiosissimi cirri che ti impediscono di osservare al telescopio almeno una notte su tre.
  • Un lettore mi fa sapere che pure il mio istituto fa parte del complotto. Siamo proprio masochisti, abbiamo bisogno di cieli tersissimi, e ce li rannuvoliamo apposta. Un buon articolo sull'argomento si trova qui. Noi astronomi ce l'abbiamo a morte con le contrail, ma sappiamo che sono fatte di acqua.
  • Ultimissima: Questi non finiscono mai di stupirti, e sto ancora rotolandomi dalle risate. Sarei nientepocodimeno che al servizio della CIA, con tanto di foto. Insieme a Beppe Grillo e famosi meteorologi (che onore!). Ma per un disguido tecnico, si dimenticano sempre di pagarmi. Mi chiedo quanto debbano pagare Grillo.

27 commenti:

StefanoSCF ha detto...

Ciao, sono contento che tu abbia ricominciato a scrivere post.

Da quello che sento in giro la storia delle scie "chimiche" sta riscuotendo crescente credito: direi da un anno e mezzo.
Purtroppo i sostenitori di questa e altre teorie del complotto tendono a rispondere "ad hominem" tutte le volte che ci sarebbe da ribattere a obiezioni circostanziate. In generale insinuando il dubbio di finanziamenti occulti da parte dei gestori del complotto stesso.
Al che io mi arrendo!
(al massimo si può far presente che anche le nuvole ordinarie sono indubbiamente "chimiche")

Gianni Comoretto ha detto...

Certo che sono in arretrato con i pagamenti 'sti qui. Devo ancora incassare le prebende dei petrolieri per aver diffuso le notizie su un'imminente fine del petrolio, in modo da alzare i loro profitti. E ora la CIA mi dovrà pagare profumatamente, senno' li smaschero....

Anonimo ha detto...

Articolo fazioso, lacunoso, disgustoso. Voto: 0.

vibravito ha detto...

La invito a farsi un profondissimo esame di coscienza visto le boiate che ha scritto. E' inutile che cerco di esporle il mio parere sulla questione poichè mi è chiaro che lavorando per l'Istituto Nazionale di Astrofisica presso l'Osservatotio Astrofifico di Arcetri è coinvolto nella faccenda.

Anonimo ha detto...

Mi associo al commento di anonimo: fate PENA !!!
Cari amici di Attivissimo,debunkers e metereologi vari, sapete dove potete mettervele le vostre scie di condensa ? ...ci siamo capiti.
V-E-R-G-O-G-N-A-T-E-V-I !!!!!!!!!

libertyfighter ha detto...

Io invece ti do ragione :)

Anonimo ha detto...

Vivissimi complimenti per l'articolo.
Ce ne sarebbe da scrivere!! Costoro sono una masnada di fissati paranoici. Si prepari ad una valanga di contumelie. Ma niente paura! Una risata li seppellirà :-)

Anonimo ha detto...

Dai... a me puoi dirlo. Chi te lo ha scritto quello scartafaccio?

Gianni Comoretto ha detto...

L'articolo è sicuramente parziale, altrimenti avrei scritto un libro. E' di parte, mi sono fatto un'idea studiando l'argomento e la esprimo. Mi aspetto però qualche interessante prova del complotto, che ancora sui siti non ho visto.
Non sapevo che anche il mio istituto fosse parte del complotto, evidentemente siamo così masochisti da rannuvolarci i cieli in modo da perdere il lavoro. La aggiungo subito tra le perle.

vibravito ha detto...

In un precedente commento ha scritto:
"... mi sono fatto un'idea studiando l'argomento e la esprimo ...". Da quello che ha scritto nell'articolo si denota che ha semplicemente svolto un lavoro di sintesi di tutte le argomentazioni dei suoi colleghi debunker ben più noti di lei (attivissimo & C) senza apportare nessuna sua "idea" a riguardo. Come debunker ne ha da fare di carriera !!! E' un pessimo inizio.
Comunque anche se questa è la strada che ha deciso di intraprendere non le auguro in bocca a lupo, poichè é un tipo di carriera che non consiglierei a nessuno.

Gianni Comoretto ha detto...

Mi sembra che il primo commento di Stefanoscf centri il problema.

Tanto per restare nel mio. Qualcuno avrebbe la gentilezza di spiegarmi, conti alla mano, come si può controllare il clima irradiando con 10 MILLIwatt/metroquadro un'area di ionosfera di una decina di km di diametro? Come si fa, con la potenza rimbalzata dalla ionosfera, a creare un impulso elettromagnetico a Los Angeles in grado di causare un black out? Niente discorsi qualitativi, per favore, ma un conto di propagazione elettromagnetica fatto bene. Io me li sono fatti.

Anonimo ha detto...

E pensare che c'è anche chi ti scrive che è contento che hai ricominciato a scivere...che pena, beata ignoranza..
Davvero sei pietoso, inutile.. ma se mi rilasso sei quasi divertente.
Il brutto è che tu lo ignori.

Anonimo ha detto...

Bravo! Continua così, guarda sempre avanti e vai. Alla fine, quando finalmente ti volterai a guardare quello che succede dietro di te, vedrai una lunghissima fila di persone tutte simili a te.
Ti seguiranno fino ad uscire di scena, finalmente!

BACAB ha detto...

"...quando fa freddo e c'è un po' di umidità nell'aria, gli aerei rilasciano scie bianche, talvolta corte e di breve durata, ma abbastanza spesso persistenti per ore..." Lei ricorda male dato che, sino a 10 anni fa, scie lunghe addirittura 200-300 o anche 400 chilometri, come è stato possibile rilevare da immagini satellitari, non sono mai state viste. Io, personalmente, da ragazzino, non ho mai visto aerei rilasciare scie che stazionavano per ore e ore nel cielo fino a creare un manto nuvoloso che ricoprisse il sole. Questo dato è confermabile da tantissime persone che ben ricordano quanto fosse anche raro vedere un aereo con scia al seguito. Infatti, e lei questo dovrebbe saperlo, a queste latitudini, il fenomeno delle contrails dovrebbe essere alquanto raro e non all'ordine del giorno come puntualmente avviene.
Ciò a cui assistiamo alzando gli occhi al cielo è uno spettacolo obbrobioso e spregevole messo in atto da aerei che, nel giro di anche solo pochissime ore, passano e ripassano (e se ne possono contare anche un centinaio) imbiancando il cielo. Le quote a cui essi volano, peraltro, non sono affatto le normali quote canoniche riguardanti gli aerei di linea (8000-12000 mt) e ciò è deducibile dal fatto che è ben visibile la forma dell'aereo in volo e, talvolta, è ben udibile il rombo di alcuni di essi. Tutto ciò è possibile solo a quote ben al di sotto degli 8000 metri. E come saprà al di sotto di tale quota la formazione di contrails non è affatto possibile.
Tutti questi dati sono oggettivi e verificabili da una moltitudine di persone che, dunque, hanno capito che questo fenomeno giornaliero delle scie è anomalo e non "normale" come lei vorrebbe farlo passare, scrivendo un articolo che di oggettivo non ha un bel niente.
Perchè non ha citato i vari video (per poi darne una spiegazione) dove tali aerei effettuano manovre a dir poco inconsuete per aerei di linea o dove volano in formazione, o ancora, quelli in cui le distanze tra un aereomobile ed un altro non sono affatto rispettate? Se non li ha ancora visionati le consiglio di guardare più attentamente il cielo e non le sarà neppure necessario guardarli in Rete. Ha tutto il tempo che vuole dato che su 365 giorni all'anno almeno 350 sono accompagnati da scie. E non siamo in Alaska...ma in Italia.

La ringrazio per la lettura e mi scuso per la lunghezza del post.

skc ha detto...

Scusi eh,ma secondo lei siamo tutti ciechi? Basta alzare gli occhi per vedere su Firenze ogni fine settimana queste scie che velano il cielo e che ogni volta, determinano un notevole mutamento climatico non casuale,bensì voluto e cercato!
Mica è necessario essere degli scienziati per capire questo...
Ci volete far credere che siamo tutti deficienti...ma stiamo scherzando?!?!!!!!
Negare l'evidenza,in realtà,non significa altro che manifestare la propria disonestà morale ed intellettuale!
Comunque,alla fine la VITA presenta il conto a tutti,quindi non pensate di essere immuni dalle conseguenze di questo scempio dei cieli...

:: Straker :: ha detto...

Certi termini, sempre in bocca a disinformatori ben noti, e da lei ripresi con abitudinaria disinvoltura, sono il segno evidente che lei, signor Camoretto, fa parte della cricca. Un cricca di ciechi, incoscienti, ottusi occultatori della verità.

Gianni Comoretto ha detto...

Sig. Marciano', felice di vederla anche qui. Pero' per favore, non sbagli anche il mio cognome.

:: Straker :: ha detto...

Sarebbe interessante una argomentata risposta a Bacab, signor COMORETTO.

Anonimo ha detto...

già che avete linkato " l'arma segreta" noto che con tutti i siti che ci sono, avete "Casualmente" linkato quello dai contenuti + new age e mezzi deliranti

complimenti, ma giusto per smentire la montata congettura che gli "orgonisti" siano fuori di testa leggete l'altra versione dela favola perchè ce ne è almeno uno laureato e in proprio con i servizi informatici.

http://giftingitalia.org/chembuster.html


Inoltre è facile notare la rozzezza del tentativo già dalle prime righe a porsi in una condizione di superiorità rispetto a chi legge


appassionato del cielo da quando avevo 7 anni (il che purtroppo significa ben 42 anni fa), e il mio primo telescopio l'ho costruito a 12 anni,

Il giorno che ti vedrò mi portero' dietro.....la Kryptonite...

:: Straker :: ha detto...

Marcianò e non Marciano'. ;-)

ALEXY ha detto...

Se l´orgone ecc. non esiste perche´ tanto baccano per nulla?

Wilhelm Reich si chiedeva esattamente la stessa cosa e la FDA cercava materiale e documenti su qualcosa che non esiste!

Anonimo ha detto...

Il vero fenomeno paranormale da indagare con accuratezza è l'esistenza di esseri anormali come gli esponenti del CICAP.

Anonimo ha detto...

questo blog e compagnia bella sarebbero semplicemente da sotterrare

Anonimo ha detto...

Gli attacchi personali e le ingiurie squalificano chi le scrive e non dovrebbero trovare posto in un normale dibattito scientifico. Se qualcuno ha obiezioni sensate a quanto scritto dal prof. Comoretto ha senso che lasci un commento scritto cortesemente (vedi ad esempio quello di bacab), altrimenti poterbbe anche astenersi dal farlo. Gli insulti e le urla non fanno avere maggiormente ragione...

Emanuele Ciriachi ha detto...

Concordo con quanto detto dall'ultimo anonimo. Ma vedi, il fatto è che i complottisti hanno bisogno di un surrogato delle spiegzioni razionali con cui rispondere alle critiche razionali, e mancandone completamente non possono fare altro che fare a gara a chi strilla e insulta di più.

E parlo avendo io stesso provato a ragionare con questa gente, e vedendomi in cambio rivolgere con epiteti che nel migliore dei casi ammiccano alla mancanza di materia grigia nonché capacità percettive oculari. Recentemente però, sono stato anch'io promosso al grado di "fiancheggiatore del complotto" (vedi il blog "Complottisti"), step apparentemente di default per chi è a contatto con la loro "verità" da qualche tempo e si ostina a rifiutarla...

Molti sciachimisti sono mentalmente contorti al di là di ogni chance di recupero, ma perlomeno non essendo pericolosi sono spassosi da osservare. Leggere i loro deliri allevia il mio coding stress quotidiano.

RondoneR ha detto...

io sono fra gli scettici, certo alcune ultime formazioni (più delle scie) non le avevo mai viste. E sono 34 anni che mi tuffo nel cielo romano...

Anonimo ha detto...

vi avranno microchippato, per questo non riuscite ad essere obbiettivi,mi dispiace per voi ma i fatti ci danno ragione ogni giorno, compreso il fallimento controllato delle banche.

auguri